My Lawyer

VALERIA DE VELLIS

My Lawyer

VALERIA DE VELLIS

My Lawyer

VALERIA DE VELLIS

My Lawyer

VALERIA DE VELLIS

My Lawyer

VALERIA DE VELLIS

Valeria De Vellis – La separazione e la casa

https://youtu.be/ZqW4MU5BWpc

La separazione e la casa

L’avvocato matrimonialista Valeria de Vellis approfondisce con noi la spinosa questione dell’assegnazione della casa famigliare in caso di divorzio. La casa è un punto dove si concentra la conflittualità in caso di separazione perché la casa, oltre ovviamente a tradursi in una perdita economica per il coniuge che deve lasciarla, è anche una perdita affettiva, in quanto centro degli affetti della famiglia. Un tema particolarmente delicato che è conseguenza della scelta dei coniugi di separarsi e per cui la legge prevede che casa debba essere assegnata al genitore collocatario, quindi convivente, con figli minorenni o anche maggiorenni, che non abbiano ancora raggiunto l’autosufficienza economica.

Valeria De Vellis – Affidamento della prole

https://youtu.be/ZP-V8Q36_7k

Affidamento della prole

L’affidamento dei minori in caso di separazione della prole: un argomento delicatissimo sul quale l’Avv. Matrimonialista Valeria De Vellis chiarisce i punti fondamentali, tra cui le tipologie come l’affido condiviso che implica che i genitori debbano prendere insieme tutte le decisioni, da quelle cruciali alle sottigliezze, che riguardano la vita del bambino, diversamente decide il giudice.

Valeria De Vellis – Affidamento della prole PT 2

https://youtu.be/7qymLwb3tSs

Affidamento della prole PT 2

Quali criteri segue la legge quando la casa famigliare, in caso di separazione o di divorzio, non appartiene né all’uno né all’altro coniuge, bensì ai “nonni”? E cosa accade, nello stesso scenario, quando si tratta invece di convivenze, con o senza figli, o di unioni civili? A chi viene assegnato il “tetto coniugale” in questi casi specifici? Lo abbiamo chiesto all’Avvocato Valeria De Vellis che ci guida lungo questa questione spinosa.

 

Valeria De Vellis – L’Assegno di mantenimento

https://youtu.be/HTwic18W3lI

L’Assegno di mantenimento

Quali sono i criteri e le condizioni che guidano un Giudice per decidere in merito alla determinazione dell’assegno di mantenimento a favore di un coniuge nel caso in cui marito e moglie si rivolgono a un Tribunale per ottenere la separazione? Risponde per noi l’Avv. Matrimonialista Valeria De Vellis, partendo dalla legge: al coniuge al quale non sia addebitabile la separazione può essere riconosciuto il diritto all’assegno di mantenimento se non abbia adeguati redditi propri; l’adeguatezza dei redditi viene valutata dal Giudice in relazione al tenore di vita della famiglia.

Valeria De Vellis – I redditi non dichiarati

https://youtu.be/CStSXv2idHc

I redditi non dichiarati

In caso di separazione e divorzio come farà il Giudice a parametrare l’ammontare dell’assegno di mantenimento nell’eventualità che uno dei due coniugi dichiari al fisco meno di quanto guadagni? Lo chiediamo alla nostra esperta, l’Avv. Matrimonialista Valeria De Vellis che fa chiarezza sull’annoso tema dei redditi sommersi nelle battaglie economiche divorzili, le situazioni più difficili per noi avvocati, in cui se  c’è un reddito non dichiarato, bisogna indagare: è il coniuge che chiede l’assegno che deve dare al Giudice la prova che effettivamente i redditi dell’altro coniuge sono più alti. Scoprite soprattutto le novità della giurisprudenza nel video.

Valeria De Vellis – Guadagnare meno, pagare di più

https://youtu.be/kRlyw335lZU

Guadagnare meno, pagare di più

Come funziona la normativa che regola le cause di separazione e l’attribuzione dell’assegno divorzile al coniuge più vulnerabile dal punto di vista economico considerando che la crisi abbatte anche i redditi percepiti dal coniuge che guadagna di più? In questi casi la legge prevede sempre la possibilità di chiedere una revisione dell’assegno che era stato concordato dai coniugi o deciso dal Tribunale per adeguarlo alle nuove situazioni. Il coniuge in questo caso deve fare un ricorso per la modifica delle condizioni della separazione chiedendo al giudice di adeguare l’assegno alle mutate capacità reddituali.

Valeria De Vellis – La latitanza dei genitori

https://youtu.be/mSjnEvjZg4g

La latitanza dei genitori

Quali sono i casi estremi in cui un genitore viene escluso dalla vita dei figli? Risponde l’Avv. matrimonialista Valeria De Vellis che affronta anche l’ipotesi più estrema in cui entrambe le figure genitoriali si rivelano essere inidonee, casistica in aumento anche nelle classi sociali medio alte.

Valeria De Vellis – In attesa di affidamento

https://youtu.be/HnauHRqONXo

In attesa di affidamento

Il bravo genitore protegge l’immagine dell’altro genitore agli occhi del figlio, anzi, sarebbe bene la valorizzasse al massimo, anche se pessima. Non farsi governare né dal rancore verso né dal senso di colpa è inoltre cruciale per evitare che i bambini crescano senza il rispetto dell’altro genitore, qualcosa di devastante.